La mia esperienza (fantastica) ad expo Milano 2015 (prima parte)

Dopo 2 ore di scrittura alle 6 di mattina con conseguente sparizione di tutto provo a riscrivere da capo questo articolo 😥

 

Ammetto di aver avuto una reazione alquanto negativa quando a maggio, per il suo compleanno, quando ho chiesto a mio moroso cosa volesse di regalo mi ha risposto : i biglietti dell’expo. Mi vedevo già tutta sudaticcia, con questa panza e le caviglie gonfie a lamentarmi per la sgradevole esperienza data dalla disorganizzazione italiana ( almeno così facevano capire i media a pochi giorni dalla sua apertura).

Nonostante questi brutti pensieri per amore alla fine questi biglietti sono arrivati… pensando che comunque avrei potuto in ogni momento utilizzare la mia gravidanza per saltare questo evento a piedi pari.

Alla fine comunque lui voleva che andassimo insieme e, con in testa il fatto che l’avremmo presa molto comoda e che non avevamo nessuna fretta o smania di vedere ogni angolo, mi sono decisa….. e non potevo prendere decisione migliore.

Purtroppo non posso darvi grandi informazioni riguardo all’architettura dei vari padiglioni, stilare una lista dei migliori posti in cui mangiare ogni pietanza del mondo perché non ho di queste competenze… ma posso darvi qualche dritta per vivere al meglio questa esperienza, raccontarvi a grandi linee che cosa aspettarsi… e convincervi che ne vale davvero la pena fare un giro da quelle parti.
image

I biglietti: si trovano tante offerte riguardanti il loro acquisto in base soprattutto alle età dei partecipanti. Io ho acquistato i biglietti tramite la COOP in cui, se sei loro socio, riesci a pagare il biglietto adulto a 27 euro e qualcosa rispetto ai 39 di base. Ci sono poi sconti sui biglietti dei bambini, anziani e studenti (attenzione che sono accettati solo fino ai 25 anni). Nel sito di EXPO 2015 trovate poi agevolazioni per i gruppi numerosi e leggendo le FAQ risolverete ogni problema. Questo tipo di biglietti sono a data aperta, quindi validi sempre, ma se volete essere sicuri di trovare posto si può fissare la data fino a 24 ore prima.

Per raggiungere l’EXPO consiglio vivamente il treno. TrenItalia ha fatto tariffe agevolate e si può scendere alla fermata RHO MILANO EXPO. I parcheggi (a pagamento ) distno un chilometro dall’entrata principale. Una volta scesi dal treno si trovano le biglietterie e, una volta usciti dalla stazione ci si trova dettate davanti ai tornelli per entrare. Noterete subito i volontari che distribuiscono la cartina ed i ventaglietti 🙂 . Quelle persone sono li per aiutarvi in ogni momento e li troverete ovunque. Notando subito la mia pancia mi hanno personalmente accompagnata al tornello con la precedenza in cui passano le gravide ed i portatori di handicap. In 5 minuti ero già dentro! :mrgreen:

Davanti a voi troverete il padiglione zero ed inizierete a camminare girando e rigirando la cartina per capire da che parte siete girati 😂. Presa un po di confidenza vi ritroverete qui e inizierete ad aver voglia di visitare davvero ogni cosa!
image

Il vialone principale è totalmente all’ombra ed ai lati ci sono i padiglioni con la relativa bandiera insieme ad altre informazioni riguardo ai servizi presenti tra un padiglione e l’altro.

Io sono rimasta davvero sorpresa dell’efficienza di servizi presenti…. hai fame? Ci sono stand di cibo… ti scappa la pipi? A 2 metri trovi un bagno disponibile ( sempre puliti)… Sri stanco? Trovi spazi per sederti… hai sete? Cerchi sulla cartina dove c’è disegnata la goccia d’acqua e trovi uno spazio per poter riempire la bottiglietta. 😻😻tutto questo a portata di mano ovunque!!!

Consiglio nei giorni precedenti di informarsi riguardo ai padiglioni più gettonati per ottimizzare i tempi. Troverete a volte code per entrare ma credo che il bello di tutto sia vivere EXPO nel suo insieme piuttosto che cercare di entrare in tutti i padiglioni, soprattutto se si hanno poche ore a disposizione. Io ho usato alla lettera una frase che avevo letto su un articolo riguardante l’expo in cui si diceva che “tutti sono importanti ma nessuno è indispensabile” (riferito ai padiglioni) … quindi non ostinatevi a voler entrare per forza subito in ogni padiglione… fate prima un giro generale e selezionate i paesi da visitare. Vivete questa esperienza ammirando le hostess di ogni paese ed annusando tutti i profumi che vi avvolgeranno.

Riguardo al cibo nessuno vi regalerà nulla 🙂 … dentro ai padiglioni pagherete abbastanza ma esistono anche i food truck che distribuiscono cibo da strada caratteristico dei paesi. Anche per mangiare consiglio di fare qualche ricerca nei giorni precedenti… se trovo la lista che avevo stilato ve la pubblico nel prossimo articolo.

Se volete avere un ricordo ancora più vivo ho scoperto mentre ero lì che sono in vendita una specie di passaporti al costo di 5 euro, in cui collezionare i timbri dei paesi che visiterete.

In ogni caso sarete catapultati in qualcosa che non si riesce ad immaginare… è un qualcosa che davvero funziona benissimo, qualcosa di organizzato in ogni particolare…. servizi per ogni esigenza e volontari che sorridono e ti aiutano davvero (es mi venivano a prendere in mezzo alla coda per farmi saltare la fila senza che io chiedessi nulla)… sono davvero attenti e disponibili e penso che questa sia una cosa che fa l’80% della buona riuscita dell’EXPO.

Si passerà da un padiglione tipo quello di Cuba che altro non è che un bar… al padiglione della Russia in cui ti sentirai davvero minuscolo.
image

In USA penserai che stai camminando nello stesso posto calpestato da Michelle Obama, per poi salire in terrazza con musica chiassosa in tipico stile americano dei film.

Nella zona asiatica sarai pervaso dal loro modo di affrontare le cose con spiritualità… in mezzo a cascate di fiori, statuette e acqua. Molto Very Costantino della Gherardesca. 😂
image

image

image

image

image

image

Ora vado a cercare la mia Lista sul cibo economico e preparo la seconda parte di questa esperienza :mrgreen:

Annunci

6 pensieri su “La mia esperienza (fantastica) ad expo Milano 2015 (prima parte)

      • Invece no, è stata una genialità delle 6 del mattino volendo scrivere presa dall’insonnia per poi cancellare tutto probabilmente prima della pubblicazione… mi tocca rifare tutto.. intanto prepara i muffin 🙂

      • In forno lento a 220 minuti giusto? 😂 consòlati. Io ho fatto un video timelapse da 3 ore ieri…ho beccato un arcobaleno stupendo…video rivisto e brividi ero pronto a finire sul national geographic…non lo vado a sputtanare nel trasferimento al pc?:-(

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...