Fit tea

Come si vede spesso dai profili di altre blogger c’è un tea detox che sta prendendo piede e che è molto pubblicizzato: FIT TEA DETOX 28GIORNI.

Sono un’ amante di tisane ed intrugli a patto che abbiano un buon sapore anche senza dolcificarli e l’ho provato per voi per vedere se è davvero valido come dicono.

Ed eccolo qui!

é composto dai seguenti ingredienti:  Tè verde cinese Gunpowder, citronella, zenzero, dente di leone, buccia di limone, cilantro, tulsi, fior di gelsomino, petali di rose, radice di ginseng, scaglie di ananas e mela.

Questo test prodotto risale a giugno quindi c’è da premettere che l’ho utilizzato ogni mattina per un mese in uno dei periodi più impegnativi dell’anno.

è consigliabile assumerne l’assunzione al mattino, tutte le mattine, come magari sostituto del caffè e queste sono le mie valutazioni:

ha un ottimo sapore e ne berrei a litri… sia caldo che freddo (è buono anche portato a lavoro e consumato in mattinata a lavoro).. per il potere sgonfiante ho notato buoni benefici ma ovviamente è da precisare che non è un prodotto miracoloso se non viene correlato ad un’ alimentazione sana e dell’ attività fisica.  Ho trovato comunque parecchi benefici dal punto di vista dell’ energia e come sostituto del caffè credetemi che è ottimo… se non migliore visto che in teoria fa anche meglio.

Il costo è poco meno di 20 euro per il pacchettino detox 28 giorni…. a me è durato più di un mese usandolo tutti i giorni. Ho visto sul sito www.fittea.it che ci sono pacchetti integrativi con anche tazze, infusori o altri tipi di tea ed, ovviamente, acquistando più prodotti si hanno degli sconti.

In conclusione posso dire che, rispetto ad altri tea in commercio magari al supermercato, potrebbe risultare un po’ più costosino…. ma sto provando altre tisane detox e, pur essendo più economiche, il gusto non è proprio dei migliori ed a volte è proprio un peso finirle quindi se dovessi scegliere deciderei comunque di spendere qualche soldino in più ma avere il piacere di bere la mia tisana ogni mattina.

Recensione tavolette Fairy Platinum

image

Come anticipato in questo articolo a dicembre sono stata nuovamente scelta dal sito trnd per provare e recensire un altro prodotto 😀
Questa volta è stato il turno della pastiglie per la lavastoviglie Fairy Platinum!!
Il kit inviatomi, insieme ai manuali per svolgere al meglio questo progetto, conteneva una confezione di tab da 21 + 30 mini confezioncine da 3 tab ciascuna da distribuire ad amici, parenti, ecc… per poi raccogliere le impressioni di tutti.
Ma vediamo nello specifico cosa promette Fairy presentando questo prodotto:
-azione sgrassante che aiuta a rimuovere il grasso e l’unto
– azione pulente penetrando ed indebolendo i residui di cibo
– azione brillantante grazie alla shine Technology
E soprattutto….
-risultati impeccabili senza prima risciacquare!!!!

Ecco.. io mi soffermerei soprattutto sulla comodità dell’ultimo punto perché non avete idea di quante lotte che facevo prima con il mio ragazzo che fa parte della categoria “lavo le stoviglie con il sapone prima di metterle in lavastoviglie” 😂😂 … mentre io sarei una che infila addirittura le pentole con ancora gli avanzi grandi come nutrie!! 😂
Finalmente ho avuto la mia rivincita perché utilizzando questa tab le stoviglie vengono pulitissime anche senza risciacquo e mi è servito molto per affrontare le feste.
Queste 2 fotografie documentano esattamente cosa intendo

image

Prima….

image

image

E dopo!!!!
Per vedere fino a dove si spingeva il potere pulente ho aspettato mezza giornata prima di far partire il carico così i residui erano belli secchi!!! (Altrimenti come facevo a capire se funzionava veramente???)
In ogni caso: promesse mantenute!!! Sono le tab per lavastoviglie migliori provate finora è le ricomprerei sicuramente!
Sono state un successone anche con i miei parenti soprattutto perché la lavastoviglie rimane molto più asciutta e i bicchieri non hanno nessun alone.
Unica pecca che ho già segnalato è che personalmente il profumo di limone è molto persistente e su alcune stoviglie da un po fastidio ma proverò anche quelle nella versione Originale che magari sono meno forti.

Ora se anche voi le avete provate, o le proverete in seguito alla lettura di questo articolo, pubblicate i vostri prima/dopo usando l’hashtag #fairyamalesfideimpossibili.

Buone cene a tutti!!!
Ps: Ho ancora un paio di confezioni da 3… se volete riceverne scrivetemi in privato a silviapetretti@yahoo.it e vi invierò una confezione!

La mia esperienza (fantastica) ad expo Milano 2015 (prima parte)

Dopo 2 ore di scrittura alle 6 di mattina con conseguente sparizione di tutto provo a riscrivere da capo questo articolo 😥

 

Ammetto di aver avuto una reazione alquanto negativa quando a maggio, per il suo compleanno, quando ho chiesto a mio moroso cosa volesse di regalo mi ha risposto : i biglietti dell’expo. Mi vedevo già tutta sudaticcia, con questa panza e le caviglie gonfie a lamentarmi per la sgradevole esperienza data dalla disorganizzazione italiana ( almeno così facevano capire i media a pochi giorni dalla sua apertura).

Nonostante questi brutti pensieri per amore alla fine questi biglietti sono arrivati… pensando che comunque avrei potuto in ogni momento utilizzare la mia gravidanza per saltare questo evento a piedi pari.

Alla fine comunque lui voleva che andassimo insieme e, con in testa il fatto che l’avremmo presa molto comoda e che non avevamo nessuna fretta o smania di vedere ogni angolo, mi sono decisa….. e non potevo prendere decisione migliore.

Purtroppo non posso darvi grandi informazioni riguardo all’architettura dei vari padiglioni, stilare una lista dei migliori posti in cui mangiare ogni pietanza del mondo perché non ho di queste competenze… ma posso darvi qualche dritta per vivere al meglio questa esperienza, raccontarvi a grandi linee che cosa aspettarsi… e convincervi che ne vale davvero la pena fare un giro da quelle parti.
image

I biglietti: si trovano tante offerte riguardanti il loro acquisto in base soprattutto alle età dei partecipanti. Io ho acquistato i biglietti tramite la COOP in cui, se sei loro socio, riesci a pagare il biglietto adulto a 27 euro e qualcosa rispetto ai 39 di base. Ci sono poi sconti sui biglietti dei bambini, anziani e studenti (attenzione che sono accettati solo fino ai 25 anni). Nel sito di EXPO 2015 trovate poi agevolazioni per i gruppi numerosi e leggendo le FAQ risolverete ogni problema. Questo tipo di biglietti sono a data aperta, quindi validi sempre, ma se volete essere sicuri di trovare posto si può fissare la data fino a 24 ore prima.

Per raggiungere l’EXPO consiglio vivamente il treno. TrenItalia ha fatto tariffe agevolate e si può scendere alla fermata RHO MILANO EXPO. I parcheggi (a pagamento ) distno un chilometro dall’entrata principale. Una volta scesi dal treno si trovano le biglietterie e, una volta usciti dalla stazione ci si trova dettate davanti ai tornelli per entrare. Noterete subito i volontari che distribuiscono la cartina ed i ventaglietti 🙂 . Quelle persone sono li per aiutarvi in ogni momento e li troverete ovunque. Notando subito la mia pancia mi hanno personalmente accompagnata al tornello con la precedenza in cui passano le gravide ed i portatori di handicap. In 5 minuti ero già dentro! :mrgreen:

Davanti a voi troverete il padiglione zero ed inizierete a camminare girando e rigirando la cartina per capire da che parte siete girati 😂. Presa un po di confidenza vi ritroverete qui e inizierete ad aver voglia di visitare davvero ogni cosa!
image

Il vialone principale è totalmente all’ombra ed ai lati ci sono i padiglioni con la relativa bandiera insieme ad altre informazioni riguardo ai servizi presenti tra un padiglione e l’altro.

Io sono rimasta davvero sorpresa dell’efficienza di servizi presenti…. hai fame? Ci sono stand di cibo… ti scappa la pipi? A 2 metri trovi un bagno disponibile ( sempre puliti)… Sri stanco? Trovi spazi per sederti… hai sete? Cerchi sulla cartina dove c’è disegnata la goccia d’acqua e trovi uno spazio per poter riempire la bottiglietta. 😻😻tutto questo a portata di mano ovunque!!!

Consiglio nei giorni precedenti di informarsi riguardo ai padiglioni più gettonati per ottimizzare i tempi. Troverete a volte code per entrare ma credo che il bello di tutto sia vivere EXPO nel suo insieme piuttosto che cercare di entrare in tutti i padiglioni, soprattutto se si hanno poche ore a disposizione. Io ho usato alla lettera una frase che avevo letto su un articolo riguardante l’expo in cui si diceva che “tutti sono importanti ma nessuno è indispensabile” (riferito ai padiglioni) … quindi non ostinatevi a voler entrare per forza subito in ogni padiglione… fate prima un giro generale e selezionate i paesi da visitare. Vivete questa esperienza ammirando le hostess di ogni paese ed annusando tutti i profumi che vi avvolgeranno.

Riguardo al cibo nessuno vi regalerà nulla 🙂 … dentro ai padiglioni pagherete abbastanza ma esistono anche i food truck che distribuiscono cibo da strada caratteristico dei paesi. Anche per mangiare consiglio di fare qualche ricerca nei giorni precedenti… se trovo la lista che avevo stilato ve la pubblico nel prossimo articolo.

Se volete avere un ricordo ancora più vivo ho scoperto mentre ero lì che sono in vendita una specie di passaporti al costo di 5 euro, in cui collezionare i timbri dei paesi che visiterete.

In ogni caso sarete catapultati in qualcosa che non si riesce ad immaginare… è un qualcosa che davvero funziona benissimo, qualcosa di organizzato in ogni particolare…. servizi per ogni esigenza e volontari che sorridono e ti aiutano davvero (es mi venivano a prendere in mezzo alla coda per farmi saltare la fila senza che io chiedessi nulla)… sono davvero attenti e disponibili e penso che questa sia una cosa che fa l’80% della buona riuscita dell’EXPO.

Si passerà da un padiglione tipo quello di Cuba che altro non è che un bar… al padiglione della Russia in cui ti sentirai davvero minuscolo.
image

In USA penserai che stai camminando nello stesso posto calpestato da Michelle Obama, per poi salire in terrazza con musica chiassosa in tipico stile americano dei film.

Nella zona asiatica sarai pervaso dal loro modo di affrontare le cose con spiritualità… in mezzo a cascate di fiori, statuette e acqua. Molto Very Costantino della Gherardesca. 😂
image

image

image

image

image

image

Ora vado a cercare la mia Lista sul cibo economico e preparo la seconda parte di questa esperienza :mrgreen:

Muffin al cioccolato buoni buoni buoni buoni 😻

Andando a trovare i nonni in Piemonte la mia bimba ha avuto la possibilità di aiutare mio papà nel pollaio e questa esperienza l’ha entusiasmata alla grande. Andava lei a raccogliere le uova appena le deponevano e dovevate vedere con che cura amore le teneva tra le mani.
Morale della favola siamo tornati a casa con uova “appena sfornate”, chili di susine appena colte dall’albero e pomodori e cetrioli raccolti direttamente dall’ora di mio papà. 
Estasiata da queste uova oggi la mia bimba ha voluto assolutamente fare un dolce ed aiutarmi nella preparazione (lei adora aprire le uova e pesarmi gli ingredienti) …..
Vi presento quindi i miei MUFFIN AL CACAO!!
Purtroppo non ho fotografato i passaggi, ma è davvero semplicissima la preparazione 😁

Ingredienti per uno stampo di 12 muffin:

2 uova
150 ml di latte
200 gr di farina 00
60 Gr di burro
200 Gr di farina
60 gr di cacao
190 gr di zucchero
1/2 bustina di lievito per dolci

Preparazione:
– far sciogliere il burro nel microonde
–  amalgamare insieme le uova, il latte ed il burro fuso versato lentamente per non cucinare le uova.
– in una terrina a parte setacciare la farina, il cacao, lo zucchero e la mezza bustina di lievito.
– unire la terrina di ingredienti liquidi  a quella di ingredienti solidi poco per volta, mescolando in continuazione.
– preriscaldare il forno a 180°
– rivestire gli stampini con i pirottini
– versare il composto omogeneo per i 2/3 del pirottino

( nel mio caso ho riempito 6 pirottini, poi nell’impasto rimasto ho versato un po di farina di cocco ed ho riempito i 6 pirottini restanti così da dare 2 gusti diversi, un’ alternativa può essere anche quella di inserire altri alimenti come per esempio le gocce di cioccolato che sono la morte sua)

– cuocere per 15/20 minuti e controllare la cottura con uno stuzzicadenti (se infilandolo nel muffin rimane asciutto e pulito dopo averlo estratto allora il muffin è cotto a sufficienza)

Personalmente io come  cottura per i muffin preferisco quella a forno statico così  le punte non si spostano 😂😂 … mi è ancora un mistero come facciano le aziende a farli venire così cicciottosi.

Ed ecco il risultato!!
image

image

image

image

image

image

pancakes senza uova e burro

Mi tocca ragazze…. anche se non so dove siano andati il ginecologo mi ha messa a dieta perché ho già preso troppo peso….
In realtà ai pasti mangio molto bene ma sono i fuori pasto e gli spuntini che mi fregano quindi ho dovuto eliminare tutte le sfiziositá del caso.
Vi presento una ricettina che ho provato questa mattina e che ho trovato molto molto buona anche se è fatta praticamente di aria. Ahahaha!!

image

Ingredienti per 8 pancakes  ( nella mia famiglia ne mangiamo in 2 perché mio moroso è un pozzo senza fondo) in realtà con la farcitura che ho messo questa mattina a me ne sono bastati 2)

– 150 di farina 00
– un cucchiaino di lievito
– 40 g di zucchero (la prossima volta provo a mettere ancora meno)
– 200 ml di latte
– un cucchiaino di olio di semi

Procedura:
– in una terrina mescolare farina + lievito + zucchero
– aggiungere lentamente e mescolando il latte
– aggiungere l’olio e mescolare bene l’impasto ( è normale che venga un po più solido della normale pastella per pancakes)
– lasciare riposare il composto in frigo per almeno 30 Min
– scaldare la padella ed un’era con un goccino di olio di semi ( io uso il fornello piccolo a fuoco medio)
– versare il contenuto di un mestolino al centro della padella e con movimenti rotatori allargare velocemente l’impasto
– quando inizieremo a vedere le bolle ed i bordi un po’ scuri girate il pancake e cuocete anche dall’altra parte

Per farcirli:
Oggi ho usato marmellata di albicocche con pezzetti di pesche (vedi foto in alto)

outfit da giretto in bici

Ragazze come è dura far passare il tempo quando non puoi essere al lavoro (che amo alla follia) ed ormai a casa non hai nulla da fare perché tutto splende.

A volte sono quasi contenta quando la mia bimba per scioperi o ponti vari se ne sta a casa a tenermi compagnia 😂😂

oggi a Jesolo sembra partita la stagione e quindi anche di lunedì mattina si possono trovare bar e negozietti aperti e così eccomi in sella alla mia bicicletta rossa per fare una bella passeggiata in giro per il paese. (Grazie ad una pista ciclabile lunga praticamente quasi quanto tutto il litorale si riesce a raggiungere ogni luogo senza rischiare di essere prese sotto).

Ed ecco il mio outfit di oggi :

vestitino estivo bianco con ricami neri

– blazer lungo Dixie 

– leggings Intimissimi  ( consigliatissimi per le amiche panze perché non ha la cucitura rigida nulla bordo )

– occhiali Rayban modello Erika per evitare le mosche ed i moscerini (ma sono stati utilissimi soprattutto per evitare le idropulitrici della gente che fa gli ultimi lavori prima di riaprire l’attivita)

– stivaletti bassi Mauro Leone 

Processed with VSCOcamProcessed with VSCOcamProcessed with VSCOcam with f2 presetProcessed with VSCOcamProcessed with VSCOcam with f2 preset

alla fine pedala che ti pedala sono capitata “casualmente” nel mio negozio ed ho passato un’oretta ad aiutare la mia collega con la merce appena arrivata.

già che c’ero ho fatto un acquisto mirato per i mesi che verranno e ve lo mostrerò a breve 💗👗.

Apro un’ ultima parentesi sulle mie nuove ossessioni, cioè i succhi della skipper o della santal linea benessere.

oggi ho aperto Pompelmo e Litchi. … aaaaaa che cosa buona!!! Provate a fare un giretto negli scaffali e troverete tutta la linea.

li avete già provati? Quale gusto vi piace di più?  Processed with VSCOcam with f2 presetProcessed with VSCOcam with f2 preset

crostata di wurstel

20150111_180230

Ecco un’ alternativa al solito stuzzichino quando avete ospiti improvvisi, o quando in we (tipo me oggi) avete voglia di qualcosa di schifezzoso  ma non avete pizze surgelate in frigo e non avete voglia di spendere soldi per la pizza a domicilio.

LA CROSTATA DI WÜRSTEL! !!

Gli ingredienti sono davvero semplici :un rotolo di sfoglia tonda e 2 confezioni di würstel grandi da 3pz.

dividete a listelle la sfoglia e, partendo dal centro, inserite i würstel tagliati a metà nella loro lunghezza.

Infornate a 180° per 20 Min circa e la vostra crostata è pronta!!

Servite con salse a piacere… e buon appetito!!!!